Zucchero bruciato
Avni Doshi
Editrice Nord
Sfr. 25.6

Libreria Il Segnalibro
Via Pioda, 5
6900 Lugano

tel. 091 922 22 25
fax 091 922 22 27

Seguici su facebook info@segnalibro.ch

«Avni Doshi non è soltanto un'autrice piena di talento. È un'artista. Le sue frasi sono taglienti come bisturi e altrettanto precise e devastanti. Non c’è una parola di troppo, in questo romanzo. C’è una voce semplice, sincera e brutale, una voce così originale che non ci si stanca di ascoltarla.»
The New York Times

«Un romanzo eccezionale... Un autentico trionfo letterario. »
The Observer

«Un romanzo di straordinaria profondità, coraggioso ed elegante.»
The Washington Post

«Un esordio sincero, coinvolgente ed elettrizzante.»
The Guardian

Arriva in Italia un libro che ha conquistato il mondo

Miglior romanzo dell'anno per le librerie Waterstones

Finalista al prestigioso Booker Prize

Tara è sempre stata una ribelle, contro tutto e tutti. Costretta a un matrimonio di convenienza, è scappata di casa, si è presa diversi amanti, ha vissuto a lungo insieme con un guru e si è persino ridotta a fare la mendicante. In tutto ciò, sua figlia Antara, per lei, è sempre stata un peso, una valigia da portarsi appresso e poco più. Però il tempo della ribellione di Tara adesso è finito; ha quasi sessant’anni e l’Alzheimer la sta consumando, a poco a poco ma inesorabilmente: lascia il fornello acceso per tutta la notte, dimentica le incombenze quotidiane, si ostina a telefonare ad amici morti da tempo. E non ricorda più i piccoli e grandi gesti crudeli nei confronti della figlia, che sono invece marchiati a fuoco nella memoria di Antara. Eppure, nonostante tutto, Antara si sente in dovere di occuparsi di quella madre che non si è mai presa cura di lei. E così, mentre la convivenza forzata la induce a ripercorrere le pagine più dolorose del suo passato, cerca di sbrogliare la matassa di tradimenti, riconciliazioni e rotture, e di sciogliere una volta per tutte il nodo di quel legame che ha forgiato il suo cammino, ma che adesso rischia di soffocarla.

Con una prosa lucida e affilata come la lama di un rasoio, Avni Doshi scava tra le pieghe di quel rapporto unico che lega una madre e una figlia, mettendone in luce la complessità e le contraddizioni, ma anche tutta la forza e l’amore che lo contraddistingue.